A.S.D.

FRASCATI CALCIO




Alla scoperta dei Giovanissimi Provinciali Fascia B

Un lavoro quasi da “zero”, ma che ha portato già i primi risultati. Che non sono tanto le due vittorie fin qui collezionate in campionato, quanto la crescita evidente a livello individuale e di squadra. Certo manca ancora la continuità, e contro le squadre più attrezzate e “abituate” si rischia di pagare dazio come successo nell’ultimo turno contro il Dabliu, ma i Giovanissimi Provinciali Fascia B ce la stanno mettendo tutta e si stanno già togliendo qualche piccola soddisfazione. Non un dato trascurabile, per un gruppo allestito in leggero “ritardo” rispetto ai tempi previsti, ma che sta bruciando le tappe anche grazie all’impegno e alla determinazione dei ragazzi e del loro mister.

COSTANTINI – “Non posso che ritenermi soddisfatto di questi primi due mesi – spiega Marco Costantini – considerando che per alcuni questo è in assoluto il primo anno di calcio direi che siamo sulla strada giusta. Quella che resta da fare è ancora tanta, ma i segnali sono confortanti a partire dalla disponibilità e dalla voglia di imparare da parte di tutti. Finora abbiamo lavorato tanto sulla tecnica "pura" e sulla coordinazione, nell’ultimo mese ho provato ad alzare un minimo l’intensità negli allenamenti e mi piace il fatto che, poco a poco, i ragazzi riescano a trasferirla in partita: questo ci ha permesso di giocarcela alla pari con le formazioni del nostro livello. Ora abbiamo capito quanta differenza faccia mantenere costanti impegno e concentrazione per tutta la durata della partita”.

I risultati, ovviamente, non sono la priorità. Ma a chi non piace vincere… “A me interessa la prestazione, soprattutto in questo momento – continua Costantini -. Certo le vittorie danno morale ed è sempre bello poter affrontare la settimana dopo un successo, si lavora meglio. Ma stiamo gettando le basi, sono sicuro che continuando così i risultati non potranno che migliorare”.

Domani si va a far visita al Villaggio Breda. “I nostri avversari li stiamo conoscendo gara dopo gara, non so che tipo di partita aspettarmi ma so cosa voglio dai ragazzi – conclude Costantini -.Vorrei vedere in campo ciò che facciamo durante gli allenamenti, e tanto divertimento: con questi due elementi siamo già a buon punto”.


BUON COMPLEANNO

SIMONE CIRINEI Classe 2003