LUPA

FRASCATI




Ristori alza l'asticella: "Non possiamo più nasconderci"

Per il Frascati è una settimana un po' particolare. Perchè forse ancora si fa fatica a capire se, dopo il match di domenica, è maggiore il rammarico per una vittoria sfumata al fotofinish o la soddisfazione di aver offerto una grande prestazione al cospetto della seconda della classe. Da questo punto di vista, però, Luca Ristori ha pochi dubbi: "Il primo pensiero è per i due punti persi - spiega il difensore - perché abbiamo fatto una grandissima partita, creando almeno 5/6 occasioni nitide davanti al portiere. Il risultato è bugiardo".

Ma la vera dimensione del Frascati qual è? Dopo le ultime tre gare, è una domanda lecita. Perchè resta un percorso strepitoso, quello del team di Fioranelli, che ha mostrato ancora una volta di non avere nulla da invidiare a chi lotta per il primato. "Personalmente quando entro in campo lo faccio sempre per vincere, e credo che questa sia la mentalità di tutto il gruppo - continua Ristori -. Sempre per i tre punti, a prescindere dall'avversario e credo che anche questo spirito ci abbia consentito di arrivare dove siamo. Nessuno si aspettava un percorso del genere, ma allo stesso tempo abbiamo dimostrato di poterci stare. Non possiamo più nasconderci, e quindi perchè non provare a lottare per traguardi più prestigiosi rispetto alla salvezza? Dalla nostra abbiamo una squadra giovane, che può andare ad alti ritmi per tutto il campionato e non è certo un aspetto di poco conto".

Bisogna fare necessariamente i conti, però, con l'emergenza. Perchè dopo il forfait di Andrea Ferri, adesso il Frascati dovrà fare anche a meno, per circa due mesi, del suo uomo migliore: Paolo Troisi. "Due assenze pesantissime, inutile nasconderlo - sottolinea Ristori -. Ma fino a questo momento siamo riusciti a giocare anche senza attaccanti 'veri' e nonostante questo abbiamo il miglior attacco. Non dobbiamo perdere il nostro spirito, sono sicuro che chi verrà scelto dal mister darà il massimo. Le qualità di Troisi e Ferri sono indiscutibili, sta a noi non farli rimpiangere".

Chiosa finale con una valutazione sul piano personale. "La mia esperienza a Frascati è sicuramente positiva - conclude Ristori - speriamo di poter dire la nostra fino a fine campionato, poi sarà il campo a dare il suo verdetto. Mi piacerebbe migliorare il mio score di gol, negli ultimi anni è stato abbastanza deludente". E senza i "bomber", è chiaro, adesso ci vogliono anche i gol dei difensori.